Diadinamiche

Diadinamiche

Rientrano nelle correnti a bassa frequenza, poiché si tratta di impulsi a 50 Hz o 100 Hz che prendono nomi differenti in base alle diverse combinazioni tra loro possibili: monofase, difase, corto periodo, lungo periodo.

 

Indicazioni terapeutiche
La diadinamica monofase viene utilizzata frequentemente nel trattamento dell’edeme, della cellulite e nei casi si intende stimolare il tessuto connettivo. L’effetto antalgico è tardivo, ma anche più prolungato.

La difase possiede un elevato effetto antalgico, ma di minor durata rispetto alla monofase.Trova indicazione nei disturbi di carattere vascolare (morbo di Raynaud) e, in associazione alla monofase nel trattamento dell’algodistrofia riflessa.

Il periodo corto viene utilizzato nel trattamento del dolore conseguente a forme infiammatorie di tendini, capsula articolare e tessuti molli (tendinite, borsiti, periartriti e traumatismi in genere).

Il lungo periodo viene utilizzato nel trattamento del dolore muscolare e radicolare (mialgie, sciatalgie, rachialgie).

 

Controindicazioni
Alcune dermatiti, pace maker, mezzi di sintesi in prossimità della zona da trattare.

I commenti sono chiusi